Celebrato il 71° anniversario della strage di S. Anna

-

Settantuno anni sono trascorsi dall’eccidio di Sant’Anna di Stazzema. E come ogni anno – nel giorno dell’anniversario – il paesino dell’alta Versilia si è affollato di centinaia di persone venute a ricordare la strage selvaggia del 12 agosto del 44. Sul sagrato della piccola Chiesa si è celebrata la Santa Messa in suffragio, celebrata dal Vescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto alla presenza delle autorità civili e militari locali.  Poi il rituale corteo attraverso l’antica mulattiera fino all’Ossario: al monumento in ricordo delle vittime il sindaco Maurizio Verona e il prefetto Giovanna Cagliostro hanno deposto una corona di alloro. La cerimonia, a cui era presente l’ambasciatore di Armenia, si è legato al Centenario dell’eccidio armeno. Presente l’ambasciatore armeno Sargys Gazarian che ha sottolineato: “Siamo qui a commemorare la memoria”.

 

Nessun ministro quest’anno ha partecipato. Un’assenza vistosa che ha generato amarezza tra i superstiti. “Mi fa male l’assenza delle istituzioni maggiori. Ma apprezzo la presenza di tanti, tanti giovani, affinchè di Sant’Anna non ce ne siano più” – ha dichiarato Enrico Pieri, dell’Associazione Martiri, sopravvissuto alla strage all’età di dieci anni.

 

A breve – è stato annunciato- sarà donata  dall’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia una nuova lapide in granito, a sostituire quella storica andata distrutta la notte del 5 marzo.  Al termine della mattinata è stata inaugurata la mostra “ I colori della Pace”, con i lavori dei bambini delle zone di conflitto di tutto il mondo.

di Redazione

Ragazzo salvato di notte dal Soccorso Alpino sul monte Prana

-

Scattato l’allarme, sono intervenuti i volontari del soccorso alpino di Querceta. Sul posto anche i vigili del fuoco. In breve tempo il giovane è stato localizzato e aiutato a tornare indietro. Tutta l’operazione è terminata intorno alle tre della notte scorsa.

di Redazione

Maxi-multe per il volantinaggio selvaggio a Pietrasanta

-

Rintracciato grazie al numero di telefono presente sul volantino, il legale rappresentante dell’agenzia immobiliare versiliese è stato multato e dovrà pagare una sanzione di 422 euro per violazione dell’articolo 23 del codice della strada ed uno di euro 203,00 per la violazione del vigente regolamento comunale sulle affissioni.  Sono almeno un centinaio all’anno le sanzioni notificate dalla Polizia Municipale di Pietrasanta a soggetti che, noncuranti delle più elementari norme ed in barba al decoro, bypassano il regolamento sulle affissioni ed utilizzano alberi, lampioni, canale, porte, cartelli e muri per promuovere attività, iniziative e prodotti.

Il Comune di Pietrasanta dichiara guerra al volantinaggio abusivo che “costituisce un danno per il decoro ed alimenta i costi per la rimozione e la produzione di rifiuti”. Unica eccezione, per salvaguardare la tradizione, i matrimoni: gli sposi (o chi per loro) hanno 24 ore di tempo per rimuovere gli annunci. In caso di mancata rimozione saranno applicate le sanzioni per affissione abusiva.

“Il Regolamento per l’imposta sulla pubblicità e diritto pubbliche affissi può essere scaricato da cittadini ed imprese sul sito del comune; – fa sapere l’Assessore ai Tributi, Cinzia Crivelli – sono indicate, punto dopo punto, la tipologie di pubblicità vietate e permesse con relativa imposta”. Tra i divieti c’è l’effettuazione di pubblicità sui pali della Pubblica Illuminazione e sugli alberi; l’esposizione di striscioni e drappi pubblicitari, il lancio e la distribuzione di volantini e la pubblicità sonora (salvo eventuali deroghe). Per violazioni delle norme regolamentari stabilite dal Comune si applica la sanzione da 103,00 e 1.033,00. Intanto è già partita anche l’ispezione e la pulizia di tutti gli spazi adibiti.

di Federico Conti

Sicurezza: nuovi rinforzi estivi in arrivo in Versilia

-

Nuovi rinforzi in arrivo in Versilia, vista la stagione estiva in corso, per maggiori controlli sul litorale. La richiesta è partita dal Prefetto Giovanna Cagliostro dopo le richieste avanzate dai sindaci e dalla forze dell’ordine in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per ” fronteggiare i numerosi impegni  connessi alla stagione turistica ma soprattutto per il controllo del territorio e l’intensificazione della vigilanza sul litorale”. L’esigenza – spiega la Prefettura di Lucca – è di avere a disposizione un consistente numero di uomini a fronte dell’aumento esponenziale della popolazione nei comuni rivieraschi, in relazione al massiccio afflusso di turisti, obiettivo di malviventi con un considerevole rischio di incremento dei reati predatori.

Il ministero ha fornito assicurazione sull’invio di nuove unità dei reparti prevenzione crimine e dei reparti inquadrati che potranno migliorare le attività di prevenzione e repressione dei reati.

di Redazione

Installata la rete “anti-bivacco” sotto il pontile del Forte

-

E’ stata montata questa mattina la rete sotto il pontile, a seguito dell’ordinanza di chiusura  fino al 31 ottobre della parte sottostante la struttura, emessa dal sindaco Umberto Buratti nei giorni scorsi.  Il provvedimento  – spiega l’amministrazione comunale –  intende scoraggiare i bivacchi, ma  anche e soprattutto l’abbandono di  rifiuti vari ed escrementi, che provocano nell’area scarse condizioni igieniche. “Questo tratto di arenile – ha evidenziato il sindaco – non è solo il cuore del paese, ma anche uno dei simboli di Forte dei Marmi e mantenerlo in condizioni ottimali è un preciso dovere dell’amministrazione comunale. Il rispetto delle regole deve valere per tutti e il provvedimento preso va in questa direzione, dato che Forte dei Marmi deve garantire il decoro, che è parte determinante della sua funzione turistica. Del resto – ha proseguito il sindaco – non possiamo stanziare personale fisso ogni giorno al controllo di quest’area e siamo costretti a ricorrere  a  strumenti alternativi come la rete metallica, il cui scopo è  unicamente quello di servire da deterrente ad atti non rispettosi delle regole del vivere civile”.

La chiusura garantirà comunque il passeggio pedonale sotto il pontile, che rimarrà accessibile a tutti. Lo stesso provvedimento adottato da Buratti nell’estate del 2013 fu duramente contestato con manifestazioni delle sinistra radicale versiliese.

di Redazione. Foto: Facebook

Il Vice-Ministro Nencini a Mulina: il ricordo di Don Fiore Menguzzo

-

La Versilia ha ricordato il 71esimo anniversario della strage delle Mulina di Stazzema, dove l’11 agosto del 1944 i nazisti trucidarono  il parroco-martire Don Fiore Menguzzo e sei dei suoi familiari. Fu ucciso mentre fuggiva dalla canonica del paese, data alle fiamme dai soldati tedeschi, in cui aveva dato rifugio a tanti partigiani.  Autorità civili e militari locali riuniti nella chiesa delle Mulina hanno preso parte alla Messa Solenne in omaggio a Don Fiore celebrata dal Vescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto. Presente anche il vice ministro dei trasporti Riccardo Nencini, che ha criticato la giustizia tedesca per l’archiviazione della strage di Sant’Anna dopo le condanne arrivate in Italia.

La cerimonia, quest’anno tappa della Marcia della Pace da Marzabotto-S.Anna –  ha visto l’inaugurazione del nuovo crocifisso dedicato a Don Fiore, andato distrutto nel fortunale del marzo scorso, e ricollocato lungo la mulattiera dove il parroco venne ucciso e il suo corpo abbandonato per giorni.  L’opera, realizzata in bronzo e legno sambuco delle Apuane, è stata realizzata dall’artista pietrasantino Matteo Castagnini e donata dalla Fondazione Mariani.

di Federico Conti

Pietrasanta: segretario generale e Polizia “condivisi”

-

L’attuale segretario percepisce 118 mila euro l’anno: con la formula del segretario associato costerà 45 mila euro. Tutti d’accordo sulla necessità di razionalizzare (14 voti favorevoli) con unica eccezione del consigliere di Sinistra per Pietrasanta, Pietro Lazzerini che ha espresso “dubbi” sulla percentuale di ripartizione dei costi (il comune di Pietrasanta comparteciperà per il 30% al costo del segretario unico generale) e quindi sulla efficacia amministrativa del servizio.

Sul fronte sicurezza, cadono gli steccati che, fino ad oggi, impedivano ad una pattuglia di Pietrasanta di intervenire nel comune di Seravezza e viceversa; non appena anche gli altri due comuni firmatari della convenzione l’avranno approvata nei rispettivi consigli comunali il primo embrione di Polizia Municipale associata diventerà realtà in attesa di Camaiore e di Forte dei Marmi, gli altri due comuni limitrofi che potrebbero aderire alla convenzione. Sono 48 gli agenti di Polizia Municipale che andranno a costituire il corpo unificato: 33 Pietrasanta, 13 a Seravezza, 2 Stazzema. “Non si tratta di una fusione, bensì di una gestione associata della Polizia Municipale” – specifica in una nota l’amministrazione comunale.

 

di Redazione

Maltempo: linea ferroviaria Lucca-Viareggio interrotta per 4 ore

-

E’ tornata gradualmente regolare a partire dalle 17 la circolazione ferroviaria sulla linea Lucca- Viareggio, sospesa dalle 12.40 di oggi per danni provocati dal maltempo fra Viareggio e Massarosa. Lo rende noto Fs spiegando che le squadre tecniche di Rfi hanno “ultimato i lavori di ripristino della linea di alimentazione elettrica, danneggiata dalla caduta di un albero a causa del forte vento”.

Complessivamente lo stop forzato ha coinvolto 22 treni regionali. Durante l’interruzione  stato attivato un servizio di bus sostitutivi fra Lucca e Viareggio.

di Redazione