Emergenza punteruolo: 12 palme abbattute al Forte

FORTE DEI MARMI. Dodici palme sono state abbattute in questi giorni a Forte dei Marmi, vittime dell’azione letale del punteruolo rosso. Un’emergenza che non sembra conoscere fine quella del coleottero, che negli ultimi anni ha ridotto sensibilmente il patrimonio di palme della Versilia. Decine e decine da Viareggio a Lido fino a Marina di Pietrasanta.

-

Al Forte le dodici piante sono state tagliate per lo più sul lungomare, una in piazza Marconi, e una in Vaiana. Verranno rimpiazzate in parte da quelli tolti da Piazza Navari, al pontile, e in parte da altre tipologie, per evitare di acquistare soggetti già a rischio.
Dodici palme abbattute su circa 500 di patrimonio pubblico sono un bilancio lusinghiero per il Comune che da anni si batte per la cura delle piante, con l’ausilio dei costosi trattamenti curati dal Centro Fitosanitario Regionale.
Per fortuna non tutte le piante colpite dalla malattia sono state abbattute: c’è infatti una discreta percentuale di guarigione, grazie al tempestivo intervento dei tecnici e del trattamento somministrato, come la grande palma di Piazza Dante di fronte al Municipio.
Per sconfiggere o almeno contenere il fenomeno punteruolo determinante è la collaborazione dei privati affinchè tengano d’occhio le palme nei giardini di casa per non vanificare l’azione del pubblico e favorire l’epidemia.

Tag: