Balneari protestano contro l’aumento dei canoni

FIRENZE. Un centinaio di balneari, per lo più dalla Versilia, hanno manifestato in piazza del Duomo a Firenze contro il rincaro dell’imposta regionale sui canoni demaniali stabilita dalla Regione Toscana nella finanziaria 2016.

-

L’imposta è stata rivista dal 25% al 100% del canone annuale che i bagni devono al Comune di appartenenza. Titolari di stabilimenti e amministratori dei Comuni di Viareggio, Camaiore e Pietrasanta hanno poi incontrato l’assessore regionale al bilancio Vittorio Bugli, che al momento non sembra pronto a rivedere l’aumento. Pessimista il vice-sindaco di Pietrasanta Daniele Mazzoni (ex-presidente dei balneari di Marina) che teme una conferma degli aumenti.
Più fiducioso l’assessore al turismo di Viareggio Walter Alberici, soddisfatto anche per l’apertura di un tavolo di trattative con la Regione per continuare il confronto sul tema della direttiva Bolkestein.