Miss Italia a Sant’Anna: “Racconterò la strage ai giovani”

STAZZEMA. Commozione e dolore per Alice Sabatini, Miss Italia 2015, che oggi ha incontrato i superstiti dell'eccidio del 12 agosto '44 durante la visita a Sant'Anna. "Quella frase sulla guerra? La ridirei, ma meglio."

-

“Nei libri c’è scritto tanto ma la storia si comprende a fondo visitando luoghi come Sant’Anna di Stazzema e ascoltando i racconti di chi ha vissuto le tragedie della guerra”. Trattiene a stento le lacrime Miss Italia colpita dalle testimonianze lucide e dettagliate dei superstiti all’interno del Museo Storico della Resistenza.  Alice viene accolta dal sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, e dal vicesindaco Egidio Pelagatti insieme ai quali ha visitato il museo. “Il senso dell’invito a visitare Sant’Anna è stato di farti conoscere in prima persona coloro che hanno vissuto la guerra e hanno visto con i propri occhi la strage di Sant’Anna, perdendo tanti familiari”- ha detto il Sindaco. “Ti propongo di diventare ambasciatrice presso i giovani dei valori del Parco Nazionale della Pace: è un nostro dovere primario trasmettere alle giovani generazioni il ricordo della strage”. Alice Sabatini ha accolto immediatamente la proposta del sindaco Verona. “In questo anno da Miss Italia avrò modo di incontrare tanti giovani in contesti diversi. Mi impegnerò per trasmettere i valori e la storia di Sant’Anna”. Prima di uscire dal Museo, Alice si è fermata a scrivere un pensiero sul libro delle firme all’ingresso: “Grazie, grazie. Mi avete dato tanto”.