Ricorso al Tar contro l’elettrodotto Terna

VERSILIA. La Regione Toscana fa ricorso al Tar contro il ricorso straordinario presentato a suo tempo al Presidente della Repubblica dalla società Terna, con cui si contestavano i "limiti" imposti dal Pit regionale al progetto del nuovo elettrodotto La Spezia-Acciaiolo."

-

La Regione intende salvaguardare l’applicazione dei propri atti di programmazione e dei valori paesaggistici declinati nel Piano di indirizzo territoriale. Faremo ricorso al Tar della Toscana”. Così l’assessore all’Ambiente Federica Fratoni rispondendo ad un’interrogazione bipartisan, primo firmatario il presidente della commissione Territorio in Consiglio regionale Stefano Baccelli (Pd), in merito al ricorso presentato da Terna al Presidente della Repubblica. L’operatore di rete, giudicando troppo invasivo il Piano paesaggistico regionale e temendo di non poter realizzare il nuovo elettrodotto nell’Oltreserchio, ha giocato la carta di un ricorso straordinario per l’annullamento dell’integrazione al Pit. “Il progetto – ha spiegato l’assessore – è già stato valutato in sede di Via nazionale dalla Sovrintendenza e dal Ministero dei Beni culturali che ha trasmesso un parere negativo per l’impatto paesaggistico prima ancora dell’approvazione del Pit”.