Strettoia-Montiscendi: una petizione contro i cattivi odori

PIETRASANTA. E’ stata presentata sabato mattina in Municipio una petizione per chiedere al Comune di risolvere il problema dei cattivi odori in zona Montiscendi e Strettoia. Circa 700 le firme raccolte dopo settimane di proteste da parte dei residenti per i miasmi che da molti mesi vengono avvertiti con insistenza nella zona a confine con il Comune di Montignoso.

-

L’area abitata in questione è quella che sorge a ridosso del Lago di Porta, area naturale protetta, indiziata numero uno per il fenomeno che ha messo in allarme i residenti della zona. Uno studio di monitoraggio di Arpat datato 2011 – ricorda il consigliere comunale del Pd Nicola Conti –aveva individuato l’origine del fenomeno nella degradazione naturale di sostanze organiche all’interno del lago.
Ma il timore diffuso è che l’odore acre – che ricorda quello di sostanze marce o addirittura chimiche, talvolta accompagnato da bruciore agli occhi – non arrivi dalla zona lacustre ma dalla vicina ex Cava Viti, nella confinante provincia di Massa, da tempo trasformata in discarica di rifiuti speciali, per lo più scarti di lavoro, con camion che arrivano anche da fuori zona.
L’amministrazione Mallegni si limita a dire di essere a lavoro per risolvere la questione che si dilunga da anni. Il fenomeno interessa però due Comuni e due Province diverse. Per questo sembra che debba essere la Regione Toscana ad intervenire. E perciò i tempi per una soluzione si allungano.