Torre Beltrame: new look e un piano di recupero

PIETRASANTA. Operazione anti-degrado alla Torre medicea in località "Salto della Cervia" a Montiscendi, da tempo ricoperta da piante infestanti. Il Comune intanto punta al recupero architettonico con fondi regionali.

-

L’intervento che ripristina il decoro della zona, effettuato dall’Associazione di volontari “L’Assiolo” di Luca Giannelli, che ha permesso di liberare gli spazi tutto intorno all’edificio e garantirà, in futuro, anche un’attività di vigilanza insieme al mantenimento e conservazione della biodiversità ospitata nel giardino botanico-didattico.
L’edificio era stato acquistato nel 2004 dall’amministrazione Massimo Mallegni che ora intende portare avanti il progetto di recupero conservativo e valorizzazione di uno spazio che ha un grande valore sia dal punto di vista storico-architettonico che culturale. Una volta recuperato l’edificio potrebbe infatti essere utilizzato per più funzioni oltre a quella espositiva e didattica.
“Riprenderemo il progetto di recupero conservativo che la precedente amministrazione aveva ottenuto dalla Regione Toscana – spiega Simone Tartarini, assessore ai lavori pubblici – anche se al momento dei 450 mila euro previsti dal piano triennale, sono arrivati solo 33 mila euro. Aspettiamo ora di definire il piano di contributi che dovrebbero essere spalmati su tre anni”. Dei quasi 70 mila euro necessari per realizzare il progetto, l’80% sarebbero a carico della Regione Toscana, ed il restante 20% dall’amministrazione comunale.