Case popolari: morosità per il 30% delle famiglie

VIAREGGIO. Dopo gli evasori delle concessioni comunali è guerra ai morosi delle case popolari. Da una prima ricognizione effettuata dagli uffici comunali. di Viareggio sull’emergenza abitativa, risulta: una morosità che tocca il 30%, con casi che superano i 20mila euro di affitto non pagato.

-

Il monitoraggio – annunciato nelle settimane scorse – è statO effettuata in sinergia E.R.P., i servizi sociali e la Polizia Municipale.
I controlli riguardano sia le morosità che il mantenimento dei requisiti richiesti per l’assegnazione dell’alloggio: «Sugli sfratti Erp il sindaco Del Ghingaro ha chiesto un riscontro delle morosità e un monitoraggio di coloro che hanno sanato o che stanno sanando attraverso le rateizzazioni. C’è chi ha pagato un’indennità di occupazione e molti rientreranno nella sanatoria prevista dalla nuova normativa regionale».
Sul fronte invece dell’occupazione abusiva, ovvero chi risiede senza requisiti o chi ha letteralmente sfondato l’appartamento, gli alloggi andranno recuperati e riassegnati secondo la graduatoria. «Appare evidente – commenta il sindaco – c’è bisogno di un intervento tempestivo e urgente per tutelare il patrimonio pubblico».
E infine ci sono gli sfratti da abitazioni private: in tutto sono 12 casi. «Anche per queste famiglie valuteremo singolarmente ciascuna situazione: solo chi avrà i requisiti per rientrare nell’emergenza abitativa verrà preso in carico dal sociale».