Punta il fucile alla madre: 30enne di Querceta arrestato per maltrattamenti

SERAVEZZA. Minacciava e maltrattava la madre da più di un anno, con violenza e con le armi. Con l'accusa di maltrattamenti in famiglia è finito agli arresti domiciliari un uomo di 30 anni di Querceta, arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri.

-

Il ragazzo è stato sorpreso dai militari mentre attendeva la madre sulla porta di casa armato del fucile da caccia del padre defunto, la stessa arma che poco prima aveva puntato alla mamma. La donna era riuscita a scappare dopo l’ennesima lite – scaturita per questioni economiche – e aveva allertato il 112.
Dalle indagini, i Carabinieri hanno accertato che gli episodi di violenza si ripetevano da almeno un anno anche 3 volte alla settimana. Il figlio in tante occasioni ha afferrato la mamma per le braccia procurandole lividi sul corpo: le impediva di uscire e le sottraeva il telefono per impedire di comunicare. La madre non aveva mai trovato il coraggio di denunciare il figlio.
L’episodio arriva a pochi giorni dal 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. In Versilia – ha fatto sapere il Centro Antiviolenza di Viareggio nei giorni scorsi – sono stati almeno 100 i casi denunciati dall’inizio dell’anno a oggi.