26 profughi in arrivo: “Viareggio non può dire no”

VIAREGGIO. Il Prefetto Giovanna Cagliostro ha confermato la disponibilità del sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro ad accogliere i 26 profughi assegnati dalla Prefettura di Lucca. L’arrivo dei migranti slitterà tuttavia a dopo l’8 dicembre.

-

Si tratta di una sperimentazione di sei mesi, per valutare gli effetti della convivenza di un così alto numero di soggetti – tutti quanti di origine pakistana – nella comunità di Torre del Lago.
In tutto saranno 50 i migranti a Viareggio, contro i 150 ospitati dal capoluogo Lucca. Ma Viareggio – da quanto trapela dal Prefettura – non può sottrarsi all’accoglienza.
La notizia trapelato nei giorni scorsi aveva già messo in allarme la comunità di Torre del Lago: i profughi sarebbero stati assegnati dal Comune alla pensione Andrea Doria di viale Marconi, che in queste ore avrebbe fatto un passo indietro. Ieri sera è saltata l’assemblea pubblica alla Circoscrizione torrelaghese per discutere dell’accoglienza insieme all’amministrazione comunale.
Alessandro Santini, consigliere di Forza Italia, chiede intanto che venga fatto un bando per assegnare i profughi senza affidamenti diretti bensì secondo una procedura pubblica.