Bolkestein: a maggio la sentenza dell’Europa sulle proroghe

VERSILIA. Arriverà a maggio la sentenza della Corte di Giustizia Europea sulle proroghe alle concessioni demaniali marittime italiane: è stata deciso nella prima udienza di questa mattina s Strasburgo, attesissima dai circa 500 balneari della Versilia.

-

Una prima indicazione del parere della Corte Ue sulla legittimità o meno delle proroghe delle concessioni balneari in Italia è attesa per il 25 febbraio 2016. E’ infatti prevista per quella data, ha annunciato l’avvocato generale della Corte di Lussemburgo Maciej Szpunar al termine della prima udienza, la presentazione delle sue conclusioni. Queste non sono vincolanti rispetto alla sentenza finale – che in media dovrebbe arrivare nei 2-6 mesi successivi -, ma molto spesso ne viene seguito l’orientamento. L’opinione dell’avvocatura generale e poi la sentenza della Corte di giustizia saranno quindi determinanti per capire se e come le concessioni balneari potranno essere prorogate.

I Comuni costieri toscani stanno lavorando ad una soluzione alternativa che salvaguardi le concessioni, con il supporto della Regione Toscana.

“Non ci possiamo permettere di attendere una sentenza incerta alle porte dell’estate, per cui utilizzando la normativa esistente, stiamo procedendo insieme ai comuni costieri con un progetto di proroga delle concessioni in base agli investimenti già fatti e futuri sfruttando la normativa attuale” ha dichiarato il vice sindaco di Pietrasanta Daniele Mazzoni.