Viareggio: ancora aperta la conta dei debiti

VIAREGGIO. Si conoscerà per la fine di marzo la cifra esatta del maxi debito del Comune di Viareggio, in dissesto finanziario dall’ottobre del 2014. E’ questa la previsione del sindaco Giorgio Del Ghingaro intervenuto in Consiglio Comunale sul tema del crac cittadino tre mesi dopo la richiesta protocollata dalle opposizioni.

-

Se dal Ministero dell’Economia è arrivato l’ok al bilancio stabilmente riequilibrato varato dal Commissario Romeo a maggio, l’Organismo Straordinario di Liquidazione – che già aveva preso sei mesi in più di tempo – necessita ancora di due mesi almeno per calcolare il defit. Solo a quel punto la giunta potrà redigere il bilancio di previsione 2016 e tentare di recuperare subito risorse per saldare i debiti.
Il sindaco ha poi annunciato un taglio drastico allo società partecipate, da 18 originarie a sole 4. Ovvero: Mover (per viabilità e manutenzione stradale), Sea (per i rifiuti e l’ambiente), Asp (per i servizi alla persona), che si trasformerà in società di capitali interamente pubblica. E infine un’unica Fondazione culturale che unisce il Carnevale e il Festival Puccini.