Querceta: chiude la Cerpelli, in trenta in mobilità

SERAVEZZA. L'azienda metalmeccanica Finder Pompe ha annunciato la chiusura dello stabilimento Cerpelli di Querceta. La notizia - fa sapere Fiom-Cgil - è arrivata del tutto inaspettata durante un incontro con l'Rsu convocato improvvisamente.

-

Per i trenta dipendenti si apre la strada della mobilità ma manca ancora la comunicazione ufficiale. I lavoratori si sono riuniti subito in assemblea, insieme ai loro rappresentanti. La Fiom Cgil è l’unico sindacato di riferimento nel sito ex Cerpelli, le cui origini risalgono addirittura al 1904.
Lo stabilimento di Querceta è stato inglobato da Finder Pompe spa nel 2008, a sua volta acquisita nel 2013 dall’americana Dover Corporation. “Questo è il sito più piccolo ma con le migliori performance del gruppo sia dal punto di vista della produttività sia dell’esperienza che sa mettere in campo” ha sottolineato Nicola Riva della Fiom Versilia al termine dell’assemblea con i lavoratori.
Il settore di riferimento è quello dell’Oil & Gas per il quale Finder produce, a Querceta e a Merano, pompe ingegnerizzate di tutte le dimensioni e altri componenti destinati ai vari processi produttivi legati all’energia.
“Finora non conosciamo ancora le motivazioni della chiusura – ha spiegato Alessandro Lenzoni della Rsu – ma con i lavoratori ci siamo già mobilitati e abbiamo proclamato lo stato di agitazione”.

Tag: