Coltivava marija in casa: arrestato operaio di 25 anni

TORRE DEL LAGO - Aveva allestito una piccola piantagione a domicilio di marijuana con tutto l’occorrente per coltivare con intensità le piccole piante per poi spacciare la sostanza stupefacente. Protagonista dell’ennesimo caso in Versilia di coltivazione domestica di cannabis un ragazzo di 25 anni di Torre del Lago, finito nel mirino dei Carabienieri del nucleo operativo e radio mobile di Viareggio che lo hanno arrestato.

-

 

Dopo una prima fase di indagini, i militari si sono appostati per ore fuori dall’abitazione della frazione torrelaghese notando movimenti sospetti di potenziali acquirenti. Nella serata di mercoledì è scattato il blitz nell’appartamento. In una stanza il giovane, operaio incensurato, aveva abilmento attrezzato un sistema di potenti lampade e trasformatori per accelerare il processo di piante di cannabis. Ma non solo. Venivano anche impiegati fertilizzanti specifici. In tutto sono state rinvenute 15 piante, varie dosi di marjia e hashish, e tutta l’attrezzatura del mestiere sequestrata dai carabinieri.
Il Tribunale di Lucca ha condannato il giovane coltivatore a 8 mesi con pena sospesa.
L’intervento rientra in una serie di servizi di repressione e contrasto allo spaccio di droga disposti dalla Prefettura di Lucca in tutta la Versilia.