Due viareggini in manette per spaccio di droga sintetica

VIAREGGIO - Due operai residenti a Viareggio di 30 e 35 anni sono stati arrestati dai carabinieri per spaccio di droghe sintetiche (Lsd ed ecstasy). I due sono stati notati in auto domenica notte dai militari durante le attività di controllo nella pineta di Ponente, nella zona dell'ex ospedale Tabarracci.

-

Sono stati trovati in possesso di 16 capsule e 28 pasticche di ecstasy; 17 dosi, del peso di 0,6 grammi cadauna, di ketamina; 15 francobolli imbevuti di Lsd; 1,8 grammi di hashish; un involucro di cellophane contenente 0,2 grammi di cocaina. Il materiale era nascosto nella biancheria intima. Inoltre i due venivano trovati in possesso di 200 euro in contanti, probabilmente provento dell’attività di spaccio.
Processati per direttissima lunedì mattina,  sono scattate le pene di 2 anni e 4 mesi  agli arresti domiciliari per il trentenne e di un anno e 10 mesi di reclusione con pena sospesa per il 35enne.