In tremila al primo corso del Carnevale Pietrasantino

PIETRSANTA - Circa tre mila persone hanno tenuto a battesimo la prima sfilata del Carnevale Pietrasantino, sconfiggendo la minaccia di pioggia della tarda mattinata. Undici carri, mille mascherine e una pioggia di coriandoli e stelle filanti hanno animato il primo attesissimo corso, dopo l’annullamento del primo corso la scorsa domenica causa pioggia che sarà recuperato il 28 febbraio.

-

I bei carri in cartapesta realizzati dalle contrade pietrasantine hanno fatto il loro esordio in clima di grande festa. Da Mary Poppins a Masterchef con l’inedita “guerra” ai fornelli tra Burlamacco e il nostro audace Sprocco, dai dinosauri del mondo perduto alla nostalgia degli spensierati tempi hippie con i cannoni che sparano coriandoli al posto di proiettili passando per dalla corrida vista con gli occhi del Toro con i due toreri malconci fino ai maghi e pagliacci.
Sui carri a ballare, cantare, lanciare coriandoli e stelle filanti la carica delle mille maschere. Due i premi in palio: per il carro più bello e per la mascherata più bella, che saranno assegnato nella finale del 28.
Anche a Pietrasanta è stato il Carnevale degli innamorati. In Piazza Duomo una folla di curiosi ha assistito all’originale evento di San Valentino offerto da una coppia di sposi: Emilio e Arianna per festeggiare il loro matrimonio hanno regalato a tutte le coppie, giovani e meno giovani, un volo su una spettacolare mongolfiera, che si è alzata dai campi della Rocca.