Invariata la Tasi sulle seconde case a Pietrasanta

PIETRASANTA - Invariate le tariffe della Tasi per le seconde case. La legge di stabilità 2016 aveva invece abolito quella sugli immobili utilizzati dal proprietario come prima casa. Il consiglio comunale di Pietrasanta che si è tenuto martedì 29 marzo approva, con i soli voti della maggioranza di Pietrasanta prima di tutto, l'atto dovuto previsto nel bilancio di previsione varato lo scorso dicembre.

-

Il passaggio nella sede dell’assise comunale era pertanto una sola formalità da espletare – così prevede la legge – entro il mese di marzo. Scadenza rispettata. L’aliquota dello 0,8% era stata già applicata sia nel 2014 sia nel 2015. Il gettito derivante dalla riscossione della Tasi aveva contribuito al finanziamento delle detrazioni Tasi della prima abitazione.

Voto contrario del Pd che ha chiesto l’abolizione della Tasi sulle seconde case che “per le casse dei Comuni ha costo zero” – ha spiegato Daniela Ferrieri – “in quanto il Governo garantisce la copertura del gettito proveniente dalla precedente tassazione.”

Non passa, dopo un lungo dibattito tra maggioranza ed opposizione, la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle che aveva proposto di avviare una ricognizione per valutare la possibilità di applicare la tecnica della fitobonifica al torrente Baccatoio e la partecipazione ad un bando per finanziare, se ritenuto idoneo, l’intervento.