Pietrasanta, niente tallio da 40 giorni

PIETRASANTA - E' trascorso più di un mese dal 20 gennaio, giorno in cui le ultime 300 utenze di Pietrasanta sono state liberate dal divieto di utilizzo dell'acqua del rubinetto a causa del tallio. In 40 giorni il tallio non è tornato, come certificato dalle 20 analisi settimanali che GAIA S.p.A. continua ad assicurare in 331 punti di campionamento sulla rete idrica di Pietrasanta.

-

La fase di emergenza si è conclusa – spiega Gaia Spa, che prosegue  il lavoro insieme alla USL Nordovest. I due enti, tenendo fede al Piano stabilito con l’Amministrazione comunale e sotto il coordinamento dell’Istituto Superiore di Sanità, controllano il mantenimento dei risultati ottenuti a garanzia della sicurezza delle acque erogate.
Complessivamente sono 7.500 i metri di tubazione sostituite e posate a Pietrasanta da GAIA S.p.A. durante il periodo di emergenza, a cui vanno a sommarsi i 5.500 metri di nuove condotte in polietilene precedentemente sostituite nella frazione di Valdicastello,  per un totale di 13.000 metri di tubazioni sostituite. I lavaggi con l’innovativo sistema di miscela di acqua, aria e anidride carbonica hanno interessato invece circa 6.300 metri di tubazioni.