Seravezza “magica” con la Triennale del Gesù Morto

SERAVEZZA - Oltre centomila lumini a cera hanno illuminato il venerdì santo di Seravezza, dove è andata in scena la Triennale del Gesù Morto. Fedeli, pellegrini e semplici visitatori sono arrivati nel centro seravezzino, ammaliati da un’atmosfera suggestiva e struggente.

-

 

Ovunque sono stati disposti i lumini per accompagnare la solenne processione: sulle facciate delle case e dei palazzi, sui muretti e persino nel letto del fiume. Un lavoro paziente e devoto messo in piedi dai volontari della Misericordia di Seravezza. che ha curato tutta il corteo, con l’esposizione del Simulacro del Seicento mesi di preparative per allestire le biancherie, i supporti che reggono i lumini in strada. Settimane di preparativi per un grande il lavoro e forte la partecipazione, non soltanto di fedeli, per una manifestazione ha rafforz