Turismo “al nero”, un fenomeno già noto

VERSILIA - Nessuno è sorpreso tra gli albergatori della Versilia all’indomani della maxi evasione fiscale scoperta dalla Guardia di Finanza in nove strutture extralusso non autorizzate delle colline versiliesi, che affittavano a prezzi astronomici a turisti stranieri senza dichiarare niente al fisco. Le fiamme gialle contestano 20 milioni di euro evasi.

-

Il mercato nero del turismo è un fenomeno noto tra gli addetti ai lavori e in drammatica crescita in Versilia e nel resto della Toscana negli ultimi dieci anni. L’inchiesta delle fiamme gialle, che andrà avanti nei prossimi mesi, ha portato alla luce in Versilia un’offerta turistica di altissimo livello seppur abusiva e solo in parte sconosciuta, per la quale FederAlberghi auspica una regolarizzazione fiscale e normativa al pari delle altre strutture ricettive.