Debutta il compostaggio domestico: ecco come funziona

PIETRASANTA - Debutta in questi giorni il compostaggio domestico del verde, grazie alla nuova compostiera distribuita gratuitamente da Ersu a tutte le utenze domestiche cittadine. Niente più raccolta porta a porta dello sfalcio dell’erba, delle potature e delle pulizie del giardino. Da oggi chi non vorrà conferire il materiale di giardinaggio direttamente al centro raccolta di via Ponte Nuovo, dovrà ricorrere ai contenitori che trasformeranno il verde, e pure l’organico di cucina, in compost.

-

 

La novità non trova al momento entusiasmo tra i pietrasantini, costretti a cambiare abitudini con inevitabili disagi. Al quartiere Africa Macelli si riunirà in questi giorni il comitato locale per chiedere al Comune il ripristino del porta a porta.  “Chi ricorre al compostaggio” – si difende l’amministrazione Mallegni –“ha diritto ad uno sconto del 10% sulla Tari, che si aggiunge alla riduzione del 10% già messa a bilancio per tutti.” Per gli anziani che chiederanno il ritiro a domicilio il costo sarà di un euro a sacco. E per chi stesse pensando all’abbandono del verde in strada, il Comune annuncia un nuovo regolamento di guardie ecologiche volontarie a vigilare sull’ambiente.