Nasce in casa ma non respira: neonato salvato dal 118

PIETRASANTA - Ha partorito in casa mettendo a serio rischio la vita del nascituro ma per fortuna tutto alla fine sembra andato per il meglio. E’ successo nella notte a Solaio, località sulle colline di Pietrasanta. Protagonista una giovane mamma di 32 anni del posto.

-

La donna era al suo primo parto e al nono mese di gravidanza. Nel corso della nottata ha avvertito forti dolori e perdite di sangue. Di lì la chiamata al 118 che ha inviato sul posto un’ambulanza della Croce Bianca di Querceta e  un mezzo dell’auto medica.

Quando i sanitari sono entrati in casa il bambino stava nascendo. In quel momento il piccolo aveva il cordone ombelicale intorno al collo e non respirava. E’ stato determinante l’intervento del 118, allertato dalla madre, per salvare il neonato. Il medico e l’infermiere grazie ad alcune manovre sono riusciti a liberarlo dal cordone e riattivare le funzioni vitali del bambino.

Il maschietto, Tommaso, è stato trasferito dal Versilia al reparto di neonatologia dell’ospedale di Pisa, nella vecchia sede del Santa Chiara. Ma – stando a quanto riferisce il 118 – solo per precauzione e al momento non è in pericolo di vita.