Un mese fa l’omicidio in Passeggiata: parla la vedova

VIAREGGIO - Un regolamento di conti per una partita di droga non pagata. E’ questo il movente ricostruito dal Commissariato di Polizia di Viareggio sull’omicidio consumatosi in pieno giorno in Passeggiata nel tardo pomeriggio del 10 marzo scorso.

-

Tre coltellate sferrate senza pietà di fronte agli occhi di decine di passanti sono costate la vita a Ayoud El Fadili , 26 enne marocchino. Il presunto assassino, Abdel Kader Fakhar, è stato preso nel giro di poche ore. Le indagini della Procura di Lucca proseguono. L’accusa è di omicidio volontario. Il 19 aprile si terrà l’incidente probatorio: verrà ascoltato uno dei testimoni chiave per ricostruire i dettagli di quel pomeriggio.

A distanza di un mese dal quel delitto efferato, che ha risvegliato in città paure e interrogativi sulla sicurezza, parla ai nostri microfoni la vedova della vittima, giovane viareggina di appena 20, da due anni spostata con Ayoud.