I lavoratori fuori dalla Cerpelli: “Produzioni ancora in corso”

QUERCETA (Seravezza) - Sono tornati a manifestare in presidio di fronte alla loro vecchia fabbrica i lavoratori della ex Cerpelli Pompe di Querceta, lo stabilimento produttivo chiuso un mese fa dalla Finder, società in mano all’americana Dover Corporation, obbligata a ridurre i costi.

-

 

Oggi i cancelli erano chiusi e lo stabile effettivamente fermo. Ma nei giorni scorsi alcuni de 30 dipendenti licenziati hanno visto personale della sede centrale lombarda in fabbrica, intenti ad eseguire dei test di prodotto. Dunque in operazioni di produzione e non di smantellamento.

Presente al presidio anche l’amministrazione comunale di Seravezza, che insieme alla Regione Toscana aveva aperto un tavolo di confronto con la Finder, inamovibile nella chiusura immediata dello stabilimento.