Il Tar boccia la chiusura delle poste di Valpromaro

CAMAIORE - Il Tar Toscana ha annullato il provvedimento di Poste Italiane S.p.A. che disponeva la chiusura dell’Ufficio Postale di Valpromaro. L’atto era stato impugnato dal Comune di Camaiore e dal Comune di Massarosa e giovedì si è giunti a sentenza.

-

Il Tar ha sancito per l’ennesima volta l’impossibilità di chiudere una struttura motivandola esclusivamente con un criterio economico essendo quello postale un servizio essenziale per la comunità e senza individuare valide soluzioni alternative. Inoltre si sottolinea come non vi sia stata un’adeguata attività di comunicazione preventiva con un serio confronto con le istituzioni locali, invitate solo successivamente a discutere di un provvedimento già disposto.

“Una vittoria su tutta la linea quella che emergere dalla sentenza del Tar Toscana.” – esulta il sindaco Alessandro Del Dotto. Salviamo così l’Ufficio Postale di Valpromaro che sappiamo essere fondamentale per la vita delle Seimiglia.

Per Camaiore e le sue colline è la seconda buona notizia in poco tempo dopo l’annuncio della riapertura delle poste a Nocchi nella ex scuola, dopo mesi di braccio di ferro con il Comune.

Soddisfatto anche  il Sindaco del Comune di Massarosa, Franco Mungai e il Vice Sindaco Damasco Rosi per un risultato  frutto di un lavoro congiunto  durato molti mesi e portato avanti con serietà e determinazione insieme all’amministrazione comunale di Camaiore e al Comitato di cittadini nato per contrastare la chiusura dell’ufficio postale di Valpromaro.