Campo rom, sgombero entro le 18 di sabato

VIAREGGIO - Via libera allo smantellamento totale del campo rom di Torre del Lago. Il sindaco Del Ghingaro ha firmato l’ordinanza che impone lo sgombero immediato non più tardi delle ore 18 di sabato 25, mettendo fine all’esperienza della struttura comunale nata dieci anni fa.

-

L’ok è arrivato dopo un vertice in Prefettura: sarà un tavolo tecnico convocato dal Questore a coordinare le operazioni di smantellamento di tutte le strutture, regolari e abusive. In attesa di conoscere il loro destino, in mattinata le famiglie residenti hanno protestato di fronte al Municipio con il timore di venire separate.

Dopo il sit in il confronto con l’amministrazione. Nessun ripensamento, il campo si sbaracca. Per il mancato rinnovo dell’autorizzazione dell’ente Parco ma soprattutto per le pessime condizioni igienico sanitarie in cui veniva tenuto il campo, che la Asl la scorsa settimana in una relazione ha dichiarato inabitabile.

Per le famigli residenti, comprese quelle che occupano abusivamente la baraccopoli sorta ai margini della struttura, si apre un periodo di 15 giorni in cui il Comune fornirà un alloggio alternativo.  Contro lo sgombero e la divisione della famiglie si schiera l’associazione Nazione Rom che ha legalmente diffidato la Prefettura, minacciando di portare il caso in tribunale, fino alla Corte dei Diritti Umani di Strasburgo.