Cardoso: contestato il progetto del “bruciatore”

STAZZEMA - Il Ministro Gianluca Galletti non c’è stato ma le contestazioni, annunciate, sì. Nonostante il forfait all’ultimo minuto del titolare del Ministero dell’Ambiente, un gruppo di cittadini stazzemesi ha manifestato all’apertura dei lavori del convegno sulla sicurezza del territorio, organizzato nel ventennale dell’Alluvione di Cardoso al Palazzo della Cultura.

-

Due i progetti contestati. La nuova cava di pietra del Cardoso, che sorgerà vicino a quella dismessa nel 2013, poco distante dal borgo. E il pirogassificatore che sarà realizzato – probabilmente entro fine anno – nel terreno industriale di Col del Cavallo: un impianto di medie dimensioni che brucia legna e produce energia elettrica e calore per essiccare il pellet. Progetti che sollevano dubbi e timori per l’ambiente tra i residenti della montagna.

I due temi hanno sconvolto la scaletta del convegno, al quale era presente l’assessore regionale alla Protezione Civile Federica Fratoni. Primo appuntamento istituzionale in vista del ventesimo anniversario dell’alluvione, il 19 giugno prossimo.