Rallenta l’export in Versilia: crolla la nautica, sale il marmo

LUCCA - Istat ha resi pubblici i dati relativi all'export a livello territoriale del periodo gennaio-marzo 2016: le elaborazioni del Centro studi di Confindustria Toscana Nord evidenziano per le province di Lucca, Pistoia e Prato una crescita del +5,2% nel 1° trimestre 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015; pressoché stabili sia la Toscana (+1,0%) che l'Italia (-0,3%).

-

Il dettaglio a livello provinciale segna +9,5% per Prato, +5,9% per Pistoia e +2,3% per Lucca.

Le esportazioni manifatturiere della provincia di Lucca, che hanno continuato a crescere a ritmo sostenuto per tutto il 2015, rallentano la corsa (+2,3% nei primi tre mesi del 2016, per 817 milioni di euro). Nel dettaglio settoriale sono positivi la meccanica strumentale per l’industria (158 milioni venduti nel trimestre, +47,4%), e il lapideo (+24%) mentre diminuiscono il cartario (253 milioni, -1,7%), il calzaturiero (88 milioni, -13.3%) e la nautica (40,5 milioni, -36,9%).