1.500 spettatori per il Seravezza Blues Festival

SERAVEZZA - Ieri sera, 14 Luglio, si è tenuto il festival della musica Blues (e non solo) nel giardino di Palazzo Mediceo, per il secondo anno consecutivo. Ad organizzare il tutto è stata l'Associazione culturale Alexandre Mattei, con il suo presidente Giuseppe Campatelli, grazie anche ai finanziamenti della Fondazione Terre Medicee e della Banca del Credito Coperativo della Versilia, Lunigiana e Garfagnana.

-

L’associazione si appoggia alla scuola di musica “Il Musicante” di Pietrasanta, la quale ha curato la parte artistica della serata in Piazza Carducci.
Il festival nasce, appunto, in onore ad Alexandre Mattei, purtroppo deceduto prematuramente a causa di un problema  cardiaco. Mattei era un musicista amante del Blues, che con la sua passione per la musica ha spinto i suoi amici, dopo la sua scomparsa, a creare questa iniziativa per ricordarlo.
La serata è iniziata con delle marcing band, che hanno saputo intrattenere il pubblico alla perfezione, lasciando poi il palco ad altri gruppi e artisti internazionali, il meglio del Blues in Europa: Tom Blacksmith ed Emiliano Degl’Innocenti, Marcos Coll, Stefano Ronchi, Jaime Dolce.
Ogni ricavato viene donato e riutilizzato per comprare nuovi strumenti e promuovere artisti emergenti. Inoltre, con i piccoli guadagni del festival dello scorso anno, è stato comparato un defibrillatore per un’associazione pietrasantina.
La serata ha intrattenuto e divertito tutti, dai più giovani ai più anziani, confermando il successo dell’anno precedente.