Campo rom: “Siamo pronti alle spese per la messa a norma”

TORRE DEL LAGO - "La comunità di Via Cimarosa conferma la disponibilità a collaborare economicamente alle eventuali spese per superare quelle criticità igienico-sanitarie del campo rom messe in evidenza dall’USL." Lo scrive in una note dei Berretti Bianchi, che insieme alle altre associazioni chiedono di nuovo un incontro urgente con l'Amministrazione comunale.

-

Un faccia a faccia che i rom vorrebbero prima del 12 luglio, scadenza fissata dal Tar per la sospensione dell’ordinanza di sgombero. Intanto – fa sapere l’associazione – sono solo 11 le persone rom (quattro adulti e sette bambini) per le quali il Comune ha trovato una soluzione abitativa provvisoria per 15 giorni. “Le famiglie hanno fatto sapere che non accetteranno la proposta.”

Le altre 20 persone (di cui sei minori) non sarebbero comprese nel programma di accoglienza alternativa del Comune.