Un drappo rosso contro la violenza sulle donne

PIETRASANTA - Un drappo rosso sulla facciata del Palazzo Comunale per dire no alla violenza sulle donne. Lo ha esposto il Comune di Pietrasanta per aderire alla campagna contro la violenza di genere e il femminicidio.

-

Un gesto simbolico, che ha acquistato una valenza particolare dopo la tragedia accaduta a Lucca. La cerimonia è stata aperta con un minuto di silenzio per ricordare Vania Vannucchi e le altre vittime: 76 solo dall’inizio del 2016. “Una strage – l’ha definita Ersilia Raffaelli, presidente dell’associazione Casa delle donne di Viareggio – Sono 1.074 le donne uccise da mariti o compagni negli ultimi dieci anni. Ogni comune – ha esortato – dovrebbe dotarsi di un centro anti-violenza e di case rifugio per le donne che subiscono abusi.”

“Stiamo lavorando – ha replicato l’assessore Lora Santini – insieme ai centri anti-violenza che operano sul territorio e in sinergia con gli altri comuni per aprire una casa rifugio in Versilia.

Intanto il Partito Democratico chiede che anche a Pietrasanta venga istituita una commissione consigliare per le pari opportunità.