Nascondono la droga nel portafusibili: arrestati

VERSILIA - Sarebbe potuta andare liscia, ma il nervosismo li ha traditi. Si trovano adesso dietro le sbarre del carcere di Massa i due albanesi che, ieri sera, sono stati fermati dalla Stradale di Viareggio, per un controllo sull’A/12, attuato su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, finalizzato a monitorare il flusso veicolare diretto in Versilia.

-

E sarebbe forse loro andata bene se, fermata l’auto, non avessero dato vistosi segni di agitazione. Uno dei due stranieri, di 21 anni, era senza documenti, mentre all’altro, di 43 anni, la Questura di Pisa aveva negato il permesso di soggiorno a causa di una condanna per spaccio di stupefacenti.

I poliziotti hanno avuto fiuto nel riconoscere l’odore della rogna, senza aver bisogno dell’ausilio del cane antidroga. Gli investigatori hanno perquisito i due e la vettura su cui viaggiavano, scoprendo che i malviventi avevano nascosto nel vano portafusibili più bustine con all’interno polvere bianca.

Si trattava di oltre 200 grammi tra eroina e cocaina che, piazzata sul mercato nero, avrebbe potuto fruttare circa 60.000 euro.

I due spacciatori sono stati arrestati e condotti al carcere di Massa. A fine pena li attende il rimpatrio in Albania, con biglietto di sola andata.