Viareggio “sotto choc” per le parole di Delrio, che corregge il tiro

VIAREGGIO - Hanno subito generato rabbia e amarezza a Viareggio le parole del Ministro dei Trasporti Del Rio che ha commentato da Lilli Gruber su La7 le richieste di condanna per la strage del 29 giugno. Intanto il Ministro ha corretto il tiro in un comunicato.

-

“Apprendiamo con sorpresa che da oggi i Ministri della Repubblica possono interferire nel procedimento in corso, dando una propria opinione e mettendo chiaramente pressione ad un collegio che, tutto avrebbe bisogno, salvo che le sue parole di persona ignorante i fatti” – così commenta Marco Piagentini, presidente del Mondo che Vorrei, in una lettera inviata al Ministro in persona.

“Vogliamo pensare che l’ignoranza vinca sulla malafede, ma in entrambi i casi Lei rappresenta lo Stato Italiano e ci fa vergognare di avere un Ministro di così basso profilo, ci fa vergognare di essere rappresentati da persone così poco sensibili e meschine” – conclude durissimo Piagentini.

“Le parole del Ministro sono un colpo al cuore di Viareggio – è stato invece il commento della senatrice viareggina del PD Manuela Granaiola. Gli fa eco il consigliere regionale Stefano Baccelli. “Spiace e stupisce intervento di Delrio. In questa fase necessario ringraziare Procura e confidare che giustizia venga fatta.”

Il Ministro Delrio ha corretto il tiro nel primo pomeriggio con una dichiarazione. “Il gravissimo incidente di Viareggio è un dramma che il Paese non ha dimenticato come la memoria delle vittime e la sofferenza dei loro familiari e dell’intera città. Non manca da parte mia il pieno rispetto dell’azione degli inquirenti e della magistratura come la certezza che sarà accertata la piena verità con il conseguente giudizio dei responsabili dei fatti che sono all’origine della tragedia”. E’ quanto si legge in una nota del ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, che ieri aveva parlato della richiesta dei Pm come di una “sproporzione enorme”.