Crimine e violenza in piazza Dante: scatta il “coprifuoco”

VIAREGGIO - A mali estremi, estremi rimedi. Il Commissario Prefettizio ha emanato un'ordinanza che impone la chiusura nelle serali e notturne di tutte le attività di Piazza Dante. Dalle 19.30 alle 6 del mattino giù la saracinesca e fuori i clienti nei bar, nei kebab e negli esercizi del piazza della stazione. L'ordinanza scatterà a mezzanotte del 19 ottobre e resterà in vigore gino al 1° marzo.

-

Un provvedimento “urgente e contingibile”. Così lo definisce il Commissario Fabrizio Stelo, adottato dopo il rapporto arrivato dal Questore di Lucca che dopo settimane di intensificati controlli ha fotografato una situazione di emergenza, da sempre sotto gli occhi di tutti.

Risse violente, liti furibonde, scippi e violenze sono all’ordine del giorno, o meglio della notte. Scene da far west più volte denunciate e filmate dai residenti di piazza Dante e pubblicate in rete, con esposti continui al Comune e alla Prefettura. Ad agire, come scrivono chiaramente Commissario e Questore, sono quasi sempre cittadini extracomunitari, pregiudicati

“Una situazione insostenibile – si legge nell’ordinanza – che mette a repentaglio la normale convivenza civile per i residenti, esasperati, impauriti e costretti a cambiare i loro stili di vita.”

L’ordinanza – che esclude il bar della stazione – interessa 11 attività considerate ritrovo di soggetti pericolosi. L’obiettivo è ristabilire la percezione di sicurezza tra i cittadini.Un provvedimento straordinario, che di certo farà discutere: qualcuno parla già di coprifuoco mentre altri si interrogano sui suoi effetti nella realtà.