Dieci indagati per la manifestazione anti-Renzi: anche un viareggino

LUCCA - Indagini finite in merito ai giovani che contestarono Matteo Renzi il 10 giugno scorso a Lucca, presente in città per il Festival del Volontariato. Tra i dieci ragazzi che hanno ricevuto l’avviso di garanzia c’è anche un viareggino, e tra gli altri anche un ragazzo minorenne denunciato al Tribunale dei minori di Firenze.

-

All’arrivo del Presidente del Consiglio in San Francesco c’era un corteo di circa 120 persone contro quello che veniva definito il “governo dello sfruttamento”: Torpedo, Cobas e collettivi studenteschi i gruppi principali, ma anche alcuni movimenti della sinistra radicale partiti da Viareggio.

Cercarono di oltrepassare la schiera di poliziotti, si arrivò ad uno scontro e a minuti di grande tensione. La polizia, in tenuta antisommossa, al tentativo di sfondamento dei manifestanti, reagì fermamente, facendoli arretrare. Le indagini della Digos sono state avviate subito dopo la manifestazione. Le accuse sono di resistenza aggravata a pubblico ufficiale.

Di “violenza sì ma a carico dei manifestanti disarmati” parlano gli Amici del Movimento 5 Stelle della Versilia storica, Viareggio, Lucca e Massa, che esprimono sostegno agli attivisti indagati per i quali adesso si attende la richiesta di rinvio a giudizio.