Donna colpita a sangue con un piatto: arrestato un pescatore

VIAREGGIO - E' stata trovata dai carabinieri con il volto completamente insaguinato dopo una violenta lite con un amico. Protagonista del drammatico fatto una donna di 31 anni, residente in Darsena, aggredita a sangue in casa da un conoscente.

-

Intervenuti sul posto, i militari hanno trovato la donna sanguinante e l’uomo ancora lì. Secondo quanto ricostruito, dopo una violenta lite scaturita per banali motivi, l’uomo, un pescatore viareggino di 52 anni, pregiudicato, ha colpito la donna alla testa con un piatto da cucina, provocandole ferite. L’aggressore era probabilmente in preda ai fumi dell’alcol.

La donna è stata quindi soccorsa e trasportata presso il pronto soccorso dell’Ospedale Versilia, dove è stata giudicata guaribile in 30 giorni salvo complicazioni.
L’uomo, terminate le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari. Il Giudice ha convalidato l’arreso e l’uomo  è stato sottoposto all’obbligo di presentazione presso la caserma dei Carabinieri in attesa della prossima udienza.

E’ accusato di lesioni personali dolose.