Imprese, produzione in calo nel primo semestre 2016

LUCCA - E' in frenata la produzione industriale manifatturiera in provincia di Lucca. I dati complessivi, forniti da Confindustria Toscana Nord pochi giorni dopo quelli relativi all'export, confermano il calo della crescita delle aziende lucchesi nei primi sei mesi del 2016.

-

La vicepresidente Cristina Galeotti sottolinea che le imprese lucchesi seguono l’andamento di quelle di tutta Italia.Con un mercato interno che da 15 anni è ai minimi storici, e un paese che ha un livello di crescita tra i più bassi d’Europa.

Scendendo nel dettaglio si scoprono i comparti che stanno meglio e quelli che stanno peggio. Il settore cartario frena, sì, ma si mantiene comunque in crescita. E quello dei macchinari per la carta viaggia ancora su un ottimo +9%. Le cattive notizie arrivano dalla produzione della nautica che nel secondo trimestre è andata in perdita (-2,2%) mentre quella del lapideo ha fatto registrare un vero e proprio tonfo, segnando un -9,7%, con previsioni per il futuro affatto incoraggianti.

Secondo Fabrizio Palla, responsabile del lapideo per Confindustria,il calo è da attribuire in parte ad una frenata dei mercati esteri, soprattutto della Cina, in parte al fatto che l’attività delle imprese del marmo è quasi ferma, ancora in attesa dell’applicazione del piano di indirizzo territoriale stabilito dalla Regione.