Incidente a Valpromaro, cocaina sull’auto dei fuggitivi

CAMAIORE - Il giorno dopo l'inseguimento finito in tragedia alle porte di Valpromaro, la Questura di Lucca sta continuando le verifiche sui quattro giovani marocchini residenti a Viareggio che non si sono fermati all'alt della polizia, finendo poi la loro folle corsa nel torrente Freddana.

-

Uno di loro, di circa trent’anni è morto sul colpo nell’auto precipitata da un ponticello da un’altezza di circa sei metri. Gli altri tre sono stati arrestati per detenzione di droga ai fini di spaccio e resistenza. Uno è in ospedale, gli altri due sono già in carcere.

Nella loro auto sono stati rinvenuti circa 100 grammi di cocaina. Probabilmente è per questo che i quattro non si sono fermati per sottoporsi ai controlli della volante, dando vita ad una folle corsa sui cento chilometri all’ora, rischiando di provocare incidenti ed investire pedoni.

La fuga si è conclusa in via Vecchia provinciale, quando il conducente ha perso il controllo dell’auto, facendola precipitare nel torrente. Uno di loro è morto schiacciato dal tetto dell’auto. Due hanno riportato gravi ferite. Il quarto invece è rimasto praticamente illeso ed ha tentato di fuggire e resistere alla cattura.