Prove di intesa tra PD e Del Ghingaro: giunta top-secret

VIAREGGIO - Giunta, stadio, piazza Dante e Principino. Sono solo alcune delle priorità che attendono il neo reinsediato sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro. Giunta azzerata, come anticipato ai nostri microfoni.

-

Valter Alberici, Sandra Mei, Laura Servetti, Maurizio Manzo e Alessandro Pesci hanno rimesso il mandato, per favorire il lavoro del sindaco. Tutti tranne Rossella Martina, il vice sindaco.

Massima autonomia e riserbo sui nomi, ha ribadito il primo cittadino che di certo nella stesura della squadra non potrà non affrontare il caso Pesci, l’ex assessore all’ambiente che a luglio, poco dopo la sentenza del Tar, ha patteggiato una pena di un anno e sei mesi per bancarotta fraudolenta. “Non sapevo del processo e probabilmente neppure Pesci stesso” – aveva dichiarato Del Ghingaro, ospite della prima puntata di Botta&Risposta. Molto potrebbe dipendere dai nuovi equilibri politici della maggioranza. Oggi un primo significativo faccia a faccia con Luca Poletti, capogruppo del Partito Democratico, che ha ribadito la disponibilità del gruppo consiliare a collaborare con la giunta.

Il Consiglio Comuanale come prima scadenza ha l’approvazione degli assestamenti di bilancio, entro il 30 novembre, anche se si riunirà solo intorno al 5 di dicembre. Tra i primi nodi da scogliere c’è quello dei lavori allo Stadio dei Pini per consentire la finale della Viareggio Cup. Viareggio 2014 e CGC saranno tra i primi ad essere ricevuti. Ci sono i sette ex dipendenti del Principino che attendono di essere ricollocati, come promesso. Il piano delle antenne che i comitati invocano E la questione sicurezza: il sindaco confermerà o revocherà l’ordinanza commissariale sulla chiusura dei locali in piazza Dante?