Sicurezza in cava: il servizio civile aiuta le Procure

FIRENZE - Venti giovani del servizio civile lavoreranno in appoggio alle Procure di Massa e Lucca nell'ambito del Progetto regionale per la sicurezza del lavoro nelle cave e nelle aziende del settore del marmo nel distretto Apuo-versiliese.

-

Lo stabilisce una delibera approvata stamani dalla giunta regionale, che ha l’obiettivo di garantire un supporto all’attività delle Procure interessate, impegnando i giovani del servizio civile che potranno, grazie a questa esperienza, accrescere le proprie competenze professionali e al tempo stesso dare il proprio contributo alle diverse attività espletate dai vari uffici delle singole Procure coinvolte, in vista dell’aumento delle notizie di reato che perverranno alle Procure, con l’intensificazione delle attività di controllo in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro nelle cave estrattive e nelle aziende di lavorazione del marmo.