Un defibrillatore per l’alberghiero di Seravezza

SERAVEZZA - Il Sindacato dei Pensionati Italiani SPI Cgil ha donato un defibrillatore di ultima generazione all'Istituto professionale "G. Marconi". A consegnare l'apparecchiatura stamani il segretario organizzativo lucchese del sindacato Roberto Cortopassi e il segretario della sezione seravezzina Pierluigi Brogi.

-

Tra gli intervenuti, il preside Lorenzo Isoppo e l’assessore alla protezione civile del Comune di Seravezza Dino Vené. Nell’occasione, ai sei docenti che hanno frequentato un apposito corso BLSD (Basic Life Support Defibrillation) sono stati consegnati gli attestati che li abilita all’uso del defibrillatore.
Il Preside ha annunciato che l’apparecchio verrà installato all’interno della scuola, ma in una posizione facilmente raggiungibile anche dall’esterno, per favorirne l’uso in situazioni di emergenza che dovessero eventualmente verificarsi anche nei vicini edifici della palestra e della scuola elementare. «Proprio pensando ai più giovani abbiamo optato per un defibrillatore di tipo bivalente, utilizzabile cioè sia con gli adulti che con i bambini», ha detto Roberto Cortopassi, sottolineando come il Sindacato abbia particolarmente a cuore la sicurezza dei luoghi in cui si svolge lo studio e il lavoro. Nel suo breve saluto l’assessore Vené, ringraziando i promotori dell’iniziativa, ha annunciato che il Comune sta lavorando al progetto denominato “Seravezza Cardioprotetta” finalizzato a sviluppare su tutto il territorio comunale una rete di prevenzione e sicurezza in ambito cardiaco.