Valdicastello contro la sospensione dei matrimoni alla Pieve

PIETRASANTA - E' una delle chiese più ambite in Toscana per sposarsi, luogo prescelto da vip e soprattutto da tanta gente comune per il giorno del sì. Ma da adesso alla pieve romanica di San Giovanni e Felicita di Valdicastello nessuno potrà più convolare a nozze, almeno per tutto il 2017.

-

E’ questa la decisione del proposto di Pietrasanta Monsignor Stefano D’Atri. Annullati i matrimoni fissati per il prossimo anno, ma anche battesimi e altre cerimonie. Solo i residenti della frazione intitolata a Carducci avranno diritto. Una decisione che ha generato stupore e amarezza tra i parrocchiani.

Dal canto suo Don Stefano D’Atri, parroco del Duomo e da alcuni mesi delegato alla guida della Pieve di Valdicastello, sottolinea che non si tratta di una decisione definitiva, bensì valida solo per il 2017, e presa a fronte di una situazione difficile e di emergenza della parrocchia, vista la lunga malattia del sacerdote locale Don Marco. “Solo i residenti hanno diritto – ribadisce – per tutti gli altri è facoltà del parroco decidere.” Così sarà dunque, almeno per un anno.