Anziano muore nell’incendio della sua abitazione

PIETRASANTA - Terribile tragedia questa mattina all'alba a Valdicastello. Un uomo di 93 anni, Osman Berretti (superstite dell'eccidio di S. Anna di Stazzema) è morto nell'incendio scoppiato nella sua abitazione, probabilmente mentre stava accendendo il camino con una bottiglietta di alcol.

-

Era sopravvissuto alle fiamme dell’eccidio di Sant’Anna, ma purtroppo per un tragico destino è stato il fuoco del caminetto di casa a portarselo via, carbonizzato, 72 anni dopo.

Un drammatico incidente domestico ha causato la morte di Osman Berretti, 93enne superstite della strage nazista del ’44, rimasto vittima di un incendio divampato intorno alle 5.30 del mattino nella sua abitazione di Valdicastello, in località Piovane. Secondo quanto ricostruito dai Vigili del Fuoco di Pietrasanta, intervenuti sul posto, e dai familiari che hanno prestato i primi soccorsi, l’uomo sarebbe stato colpito da un ritorno di fiamma mentre cercava ravvivare il fuoco del caminetto con dell’alcol. E’ stata la moglie a soccorrerlo per prima ma era già troppo tardi. La donna, 80 anni, è stata portato al pronto soccorso del Versilia per intossicazione da fumo: per fortuna non ha subito conseguenze. A dare l’allarme al 118 e ai carabinieri è stata la nipote che vive al piano di sotto, che lo ha trovato semi carbonizzato. Sul posto è arrivato anche il medico legale della Asl per stabilire le cause esatte del decesso.

Una tragedia che ha scosso la comunità di Valdicastello dove tutti conoscono la storia di Osman, del fratello Romano – anche lui sopravvissuto a Sant’Anna- e delle tre sorelle uccise dai nazisti.