Il Viareggio ingaggia l’esterno Nicolò Bruno dal Brescia

-

Sconfitta per 3 a 0 da parte delle zebre nell’allenamento congiunto disputato contro il Seravezza -Pozzi degli ex Fiale e Benedetti al “Buon Riposo”. Entrambe le squadre lamentavano alcune assenze a causa di acciacchi vari, tenuti precauzionalmente a riposo dai rispettivi allenatori, Simone Giuli e Walter Vangioni.
Per la cronaca le reti dei padroni di casa sono state siglate da Fiale e Da Prato nel primo tempo e Mancini nella ripresa. Il Viareggio con Zaia ha colpito l’incrocio dei pali nel secondo tempo.

di Redazione

Vanno a passeggiare sulle Apuane e trovano un cadavere

-

Alle operazioni ha partecipato il personale della Polizia di Stato.  Effettuato il recupero, la salma è stata poi trasportata all’obitorio dell’Ospedale di Massa, dove attualmente è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Ancora ignota l’identità della vittima.

di Redazione

Fiaccolata per la strage “dimenticata da tutti gli italiani”

-

Adesso si attende la sentenza di primo grado. Il 10 gennaio verrà svelato il giorno dell’udienza finale. Un giudizio sul quale fino all’ultimo incombe il rischio della prescrizione per i reati di incendio e lesioni colpose, contro la quale combattono ormai da anni i familiari del Mondo che Vorrei.

Un processo lento, quello che volge al termine, e sempre lontano dai riflettori dei media, per una strage – ha attaccato Daniela Rombi – ormai dimenticata dalla maggioranza degli italiani. Presenti familiari, attivisti, i rappresentati dei Comuni della Versilia e numerosi esponenti politici.

Dopo gli interventi la fiaccolata, attraverso il sottopasso ferroviario, fino alla casina dei ricordi. Dove sono stati letti allo scoccare delle 23.48 i 32 nomi dei morti. Un rito che i familiari ripetono ogni mese, da 7 anni e mezzo.

di Redazione

Fabrizio Miracolo torna Presidente di Sea Ambiente

-

A Miracolo, tra i maggiori sostenitori del sindaco Giorgio Del Ghingaro, era stata stata negata la conferma dell’incarico dal Commissario Prefettizio Fabrizio Stelo, all’indomani della sentenza del Tar del 12 luglio.

Restano dubbi sulla legittimità della nomina. Per Camaiore, Publiambiente e i revisori dei Conti l’avvocato non puó essere rinominato prima di due anni per la legge anti-corruzione. Viareggio interpreta diversamente la norma. Deciderà l’Anac.

Si dice soddisfatto e onorato il neo presidente Miracolo che precisa. “Prima di accettare la nomina ho approfondito il decreto anticorruzione e, per quanto riguarda l’ambito di applicazione, la normativa è applicabile, con riferimento al caso, al presidente di enti di diritto privato a controllo pubblico “con deleghe gestionali dirette” e non mi risulta avere in essere (nè di aver avuto in passato) tali poteri. In ogni caso, non vi sono norme applicabili alla mia situazione,nè in punto di inconferibilità nè di incompatibilità.”

Al neopresidente arrivano la congratulazioni di tutte le Rsu di Sea Ambiente per voce di Giuseppe Moriconi. “Auguriamo un buon lavoro a Miracolo con l’auspicio di portare a termine nei migliori dei modi il lavoro indicato dal sindaco verso Rifiuti Zero.”

 

di Redazione

Presi due topi d’auto in Darsena

-

Il fatto è successo nella notte nel quartiere Darsena. I due malviventi sono stati notati dai poliziotti durante i consueti servizi di controllo del territorio. L’accusa per i due è di furto aggravato in concorso. Saranno processati con rito direttissimo presso il Tribunale di Lucca.

di Redazione

Rubata una lapide al cimitero comunale

-

Rabbia e sdegno da parte dei familiari per un gesto vile che lascia tanta amarezza. Tra le ipotesi in piedi quella di un gruppo di collezionisti di foto d’epoca interessati evidentemente alla vecchia immagine di Convalle, che adesso i familiari vorrebbero avere indietro.

di Redazione

Boom di sanzioni per i rifiuti abbandonati

-

53 sanzioni sono state elevate grazie all’utilizzo di sistemi di videosorveglianza mobile, che vengono posizionati in zone sensibili del nostro territorio dove si registrano fenomeni di abbandono selvaggio e incontrollato di rifiuti.

Le sanzioni possono essere o di carattere amministrativo pecuniario di 490 euro o in alcuni casi possono costituire addirittura reati di natura penale.

“Ciò evidenzia -dichiara il Sindaco Franco Mungai- un maggior controllo sul territorio coadiuvato anche dall’utilizzo di strumenti di videosorveglianza mobile, che puntiamo a incrementare nel corso del 2017.”

 

di Redazione