Priscilla Borri fuori dal Carnevale: “Perplessa e stupita”

VIAREGGIO - Ci sarà un carro di prima categoria in meno al prossimo Carnevale di Viareggio. La Fondazione ha infatti deciso di ritirare l'ammissione alla Fantasticarte, la ditta artigiana del duo Simone Politi e Priscilla Borri, coppia – fino a pochi mesi fa – sia nella vita che sul lavoro.

-

La recente separazione dei due sul fronte privato ha avuto inevitabili ripercussioni anche sul lato artistico e pubblico, con Priscilla pronta a realizzare il carro e Simone deciso a fermarsi per un anno. “Un dissidio insanabile e incompatibile con lo spirito della manifestazione”, così lo ha definito la Fondazione, che dopo aver consultato i propri legali ha revocato l’ammissione al Carnevale. Il portone dell’hangar della Fantasticarte oggi è chiuso e c’è poca voglia di parlare. Non sfilerà sui viali a mare a febbraio “Indovina a chi vien dato il vitalizio?”, il cui bozzetto era stato presentato lo scorso 30 giugno.

Scendono così da dieci a nove i carri di prima categoria. Calano anche i costi per la Fondazione, che risparmierà indirettamente 121.600 euro. Ancora non è chiaro se il ritiro forzato di Politi-Borri avrà ripercussioni sul meccanismo delle promozione e retrocessioni da poco reintrodotto. Sarà il cda della Fondazione a decidere, probabilmente al termine della manifestazione.

Simone e Priscilla con Fantasticarte dal 2005 al 2016 hanno realizzato insieme undici carri di prima categoria, tra Grandeur nel 2012, Acqua oro blu nel 2011, Riformers nel 2015 e l’ultimo Mare nostrum del 2016, che si è piazzato ad un ottimo quarto posto.

“Ne prendo atto, ma sono un po’ perplessa” – è il commento di Priscilla Borri. “La Fondazione forse non ha capito le mie difficoltà di donna sola con tre figli”, sottolinea l’amministratrice unica di Fantasticarte. “Anche il prossimo anno sarò esclusa?”