Salasso in arrivo per gli agricoltori: appello di Cia

VERSILIA - Sorpresa amara sotto l'albero per alcuni agricoltori della Versilia. Per un errore infatti il canone per la concessione dello sfruttamento delle acque irrigue è passato da 75 a ben 253 euro. A scoprire l’aggravio di costi, ritenuto insostenibile per gli imprenditori, la Confederazione Italiana Agricoltori Versilia.

-

Il responsabile Cia Versilia Massimo Gay ha chiesto l’intervento della Regione Toscana. “L’errore starebbe in una errata classificazione degli agricoltori chiamati a pagare il servizio idrico come concessionari privati e non come operatori agricoli professionali.” La Cia promette battaglia anche sul campo politico.