Ordigno bellico brillato a tre miglia dal porto di Viareggio

VIAREGGIO - Un ordigno aereo risalte alla Seconda Guerra Mondiale è stato fatto brillare nella tarda mattinata a tre miglia dal porto di Viareggio. A ritrovare la bomba è stato un peschereccio questa mattina. L'operazione di brillamento - coordinata dalla Prefettura di Lucca - si è svolta senza problemi.

-

Ad eseguire l’intervento sono stati gli incursori della Marina Militare del Comsubin, Comando subacquei e incursori di stanza a La Spezia intervenuti sul posto su richiesta del comandante della Capitaneria di porto di Viareggio Davide Oddone che aveva emanato un’ordinanza di divieto di navigazione per motivi di sicurezza. La bomba, trainata al largo, è stata prima affondata e poi fatta brillare con una carica di plastico attivata mediante un circuito elettrico con due detonatori collegati in parallelo che hanno fatto da innesco.

In mare anche le motovedette della Guardia Costiera. Le autorità invitano sempre in casi di ritrovamenti di ordigni a contattare tempestivamente le forze dell’ordine per attivare le procedure di messa in sicurezza.