Strage di Viareggio: ok del Tribunale alla diretta tv per la sentenza

LUCCA - La svolta mediatica nel processo sulla strage ferroviaria di Viareggio arriva proprio al foto-finish. Il Tribunale di Lucca ha infatti dato il via libera alle telecamere in aula, autorizzando le riprese televisive durante l'udienza finale del 31 gennaio, quando sarà letta la sentenza di primo grado. Tv e fotografi era stati vietati in tutte le 140 udienze precedenti.

-

Rete Versilia News (canale 85) martedì 31 sarà in diretta dal Polo fieristico di Lucca, che ospita il processo, per tutta la giornata, con finestre continue durante gli spazi di informazione e collegamenti live nella fase cruciale dell’udienza.

Un momento atteso con impazienza dai familiari delle 32 vittime, che martedì partiranno in pullman da Viareggio. Attesi anche sostenitori e comitati da altre parti d’Italia.

“Sette anni e mezzo interminabili, estenuanti, passati nelle aule giudiziarie” è il commento di Assemblea 29 giugno. “Con l’incidente probatorio prima, l’udienza preliminare poi ed il processo (dal 13 novembre 2013) e le infinite udienze. Ogni volta gli striscioni, le foto e le magliette con i volti dei 32 morti esposte fuori e dentro l’aula. Il 29 di ogni mese (dal 29 luglio 2009) alle ore 23.49 sul luogo del disastro ferroviario per i 32 rintocchi della campana. Ad ogni anniversario migliaia e migliaia persone a sfilare per la città.
33 persone e 9 società sono sul banco degli imputati. Il 20 settembre scorso il Pd ha chiesto 16 anni per l’ex ad di Ferrovie Mauro Moretti e 15 anni per Elia, capo di RFI. Martedì la camera di consiglio e poi la sentenza, in diretta tv.

Venerdì sera alle 21 Rete Versilia News riproporrà il reportage commemorativo realizzato nel 2010: un viaggio all’indietro per ripercorrere i fatti, i volti, le immagini purtroppo tristemente familiari di quella notte che ha ferito al cuore una città intera.