Tentata estorsione ad un imprenditore, denunciate tre persone

PIETRASANTA - I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Lucca a conclusione delle indagini relative a un tentativo di estorsione avvenuto in Pietrasanta hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria tre persone.

-

Tutto inizia con la denuncia di un imprenditore svizzero con casa a Pietrasanta per aver ricevuto minacce estorsive da parte persone sedicenti “ex ufficiali della Guardia di Finanza”, che  in cambio della consegna di documenti definiti “compromettenti” per gli affari svolti un tempo dal nonno della vittima, chiedevano la somma di un milione e cinquecentomila euro, poi ridotta fino a quattrocentomila euro. Minacciavano possibili ripercussioni sulla sicurezza della sua famiglia in vacanza in Versilia.

I carabinieri hanno individuato i due autori del fatto: due sassaresi, zio e nipote di 56 e 44 anni, uno dei quali ex dipendente presso l’abitazione della vittima ed una 22enne di origine slovacca compagna del più giovane, che naturalmente nulla avevano a che fare con la Guardia di Finanza.

Tutti e tre sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Lucca con l’accusa di tentata estorsione e sottoposti a perquisizione presso i rispettivi domicili.