Una villa di Marina tra i beni sequestrati al boss della Mala del Brenta

PIETRASANTA - C'è anche una villetta in via Piave a Marina di Pietrasanta, a Fiumetto, tra i beni sequestrati dalla DDA di Venezia a Felice Maniero, il capo della Mala del Brenta per circa 17 milioni di euro.

-

L’operazione ha visto anche agli arresti di due soggetti entrambi toscani, Riccardo Di Cicco, dentista 61enne di Fucecchio, e Michele Brotini,  49 anni, con studi sia a Santa Croce che a Lucca, accusati di riciclaggio e intestazione fittizia di beni, che avrebbero arricchito il boss, ha portato al sequestro di ville in Toscana e auto di lusso.

Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state eseguite dalla GdF di Roma. Le indagini della Gdf, inziate circa un anno fa, avrebbero individuato alcuni prestanome che avrebbero gestito il patrimonio di “faccia d’angelo”, noto alle cronache fin dagli anni ’90. Tra i beni finiti sotto sequestro, oltre a un parco di auto tra cui Mercedes, Porsche e Bmw, e anche una villa a Marina di Pietrasanta in viale Piave.

L’operazione ha ricevuto il pluso anche dal Prefetto di Lucca Giovanna Cagliostro che si è complimentato con le forze dell’ordine della Versilia anche per le ultime operazioni anti-droga a Varignano e per l’arresto della banda di bulgari che agivano nei supermercati di Lido.